Jagerhorn

Nome: Jagerhorn

Altitudine: 3.970m slm

Coordinate geografiche: Lat. N 45° 57' 08'', Long. E 7° 52' 38''

Prima ascensione: 1867 da parte di Mathews, Morshead, Almer e Maure

Jagerhorn. Dal Rifugio Eugenio Sella, a destra, si parte risalendo direttamente le ripide rocce fino ad un dosso al margine del Ghiacciaio di Roffel. Da qui, sulla costola rocciosa o direttamente sul ripido nevaio, si sale fin sotto al "Passo Iacchini", parete di roccia posta fra il Passo e la Punta meridionale del Nuovo Weisstor. Si raggiunge quindi la cresta che rappresenta la linea spartiacque, circa una cinquantina di metri sopra il Passo del Nuovo Weisstor. Si procede poi su terreno pianeggiante verso ovest, raggirando l’esteso dosso della Cima Jazzi e passando per la conca successiva, raggirando così anche la Torre di Castelfranco. Si continua poi in direzione sud, lasciando a sinistra la Cima Brioschi, il Gran Fillar e il Piccolo Fillar. Si raggiunge così la conca glaciale compresa fra la parete NE della Nordend ed il fianco ovest dello Jagerhorn. A questo punto si risale il ripido pendio fino alla larga sella dello Jagerjoch da dove, seguendo la larga cresta sud che diviene man mano sempre più ripida e sottile, si raggiungono le rocce sommitali e la vetta dello Jagerhorn.

 

Accessi

 

Via: dal Rifugio Eugenio Sella per il Passo del Nuovo Weisstor (via normale)

Località di partenza: Rifugio Eugenio Sella 3.029 m

Dislivello: 950 m circa (sviluppo dal Nuovo Weisstor circa 7 km)

Tempo di salita: ore 5 / 6

Difficoltà: PD+ (boccette, neve/ghiaccio fino al passo, poi percorso su vasti ghiacciai)

Attrezzatura: corda, piccozza e ramponi

Cartografia: Carta Svizzera f. 284 Mischabel

 In collaborazione con Giorgio Giudici