In Valgranda

libri/tarara17.jpgdi Erminio Ferrari

La memoria, come ha scritto Marguerite Yourcenar, non è un archivio a cui attingere per estrarre dati raccolti in buon ordine. Al contrario, è viva e cambia. "Avvicina i pezzi di legno spenti per farne scaturire di nuovo la fiamma". Così la Valgrande - Valgranda, per chi vi ha speso tutta, o parte di una vita - riaccende focolai di memoria dispersa dagli anni e nella Storia, sia essa quella degli ultimi sussulti di cultura rurale alpina, della "scoperta" alpinistica della valle, o della lotta di Liberazione. Quella che compare in questo libro è una vicenda corale, raccolta camminando, osservando, ascoltando le voci della Valgrande. E soprattutto cercando di capire se (e quanto) in quella scaglia di umanità che sono l'esistenza di un individuo e i luoghi in cui è vissuto si possa riconoscere il disegno - se non il senso - di ciò che va sotto il nome di condizione umana.

Editore: Tararà Edizioni - Verbania

Email: redazione@tarara.it