Annapurna

libri/corbaccio21.jpgdi Maurice Herzog

L'ascensione dell'Annapurna (8.075 m), compiuta nel 1950 da un gruppo di alpinisti francesi guidati da Maurice Herzog, fu l'evento che aprì la strada alla conquista dell'Everest, la vetta più alta della terra  per la prima volta una delle quattordici cime del "tetto del mondo" che superano gli 8.000 metri veniva raggiunta dall'uomo. L'impresa, che segna una data fondamentale nella storia dell'ardimento umano, è raccontata in questo classico dell'alpinismo, scritto dallo stesso Herzog, dal momento in cui venne ideata al suo compimento. E'  un diario di portata storica semplice, di un'efficacia priva di artifici, descrive la strenua, misteriosa preparazione e quindi, fase per fase, nelle sue vittorie, nelle sue frustrazioni, nelle privazioni e nelle terribili sofferenze, la lunga scalata. Oltre alla tensione costante per la memorabile avventura, il libro trasmette al lettore un alto senso di solidarietà umana, la forza che più di ogni altra ha consentito di superare ostacoli che sembravano invincibili.

Editore: Casa Editrice Corbaccio S.r.l. - Milano

Email: info@corbaccio.it