Eco Risveglio - 8 settembre 2005

Tratto da "Eco Risveglio" - Anno 4 - n° 71 - 8 settembre 2005
 

Domenica 11 ritrovo al Rifugio Zamboni per l'elezione del direttivo 2005/2008

Raduno per i soci del Club dei 4000

Il sodalizio è stato fondato da Romeo Berti nel 1960 e tra le sue file annovera 400 soci
di Dario Lana

 

 

Macugnaga - Domenica 11 settembre annuale raduno alla Zamboni di tutti i soci del Club dei "4000". L'iscrizione al Club dei 4000 è perenne e non c'è rinnovo o pagamento di quote annuali, le spese sono sostenute dalla sensibilità e generosità di soci e benefattori.

Dotato di statuto e di un direttivo in carica per tre anni, il sodalizio è stato fondato 45 anni fa nel 1960 dal dottor Romeo Berti, tra i principali azionisti e ideatori nel 1951 della seggiovia del Belvedere che iniziò a funzionare nel mese di luglio del 1952 trasformando Macugnaga in stazione invernale per la pratica dello sci alpino.

Il Club annovera circa 400 soci tra coloro che, sparsi in ogni nazione del mondo, hanno raggiunto dal versante di Macugnaga e lungo la parete Est, una delle cime di 4000 metri del Monte Rosa. Al socio che intende raggiungere altre volte, sempre dalla parete est un 4000 metri, è consentito apporre ogni volta, una crocetta sul tesserino a comprova della salita.

Riunirsi, ogni anno a settembre nella suggestiva conca del Pedriola di fronte alla maestosa parete del Monte Rosa che ciascuno dei protagonisti, con un dislivello di circa 2500 metri, ha asceso con le proprie forze è, per tutti, una gratificante giornata per stare insieme, raccontarsi e rivivere momenti e sensazioni irripetibili che gelosamente conservano nei loro cuori.

Da oltre trent'anni il Club dei 4000, in collaborazione con la Sezione del Cai e il Corpo Guide di Macugnaga tramite la fattiva disponibilità di Anna Iacchini Schranz organizza, verso la fine di luglio e alla Zamboni, corsi di alpinismo per coloro che da 14 anni in su vogliono imparare a praticare la montagna, con lezioni didattiche e pratiche con cui apprendere o approfondire tecniche di alpinismo su roccia, ghiaccio e misto. Dallo scorso inverno anche corsi di sci alpinismo.

Il ritrovo è fissato per le 8,30 sul piazzale della seggiovia con la quale i convenuti saliranno al Belvedere. Proseguendo a piedi lungo il sentiero che attraversa e costeggia il ghiacciaio, i partecipanti in circa 45 minuti raggiungeranno l'alpe Pedriola, tra i più antichi nonché ristrutturato alpeggio del comune di Calasca Castiglione caricato d'estate dal pastore Osvaldo Lometti. Da qui su al rifugio Zamboni e Zappa dove presso la cappella verrà celebrata per soci e alpinisti defunti una messa a suffragio.

Alle 12.15, dopo la relazione morale e finanziaria del presidente Nino Mascaretti, coadiuvato dalla segretaria Cristina Tomola ci saranno le votazioni per il rinnovo del direttivo per il triennio 2005/2008.

Alle 13 infine nella sala ristoro del rifugio Zamboni e Zappa il tradizionale banchetto confezionato dai gestori Danilo Garris e consorte Tania Bettineschi.

Discesa nel pomeriggio al Belvedere e ritorno in seggiovia o a piedi fino a Pecetto. Appuntamento cui presenziare per amanti e appassionati di montagna.