Eco Risveglio - 14 settembre 2006

Tratto da "Eco Risveglio" -  14 settembre 2006

Il raduno - Previsto per la prossima domenica 17 settembre con partenza da Pecetto alle 9

Il "Club dei 4000" allo Zamboni

Il sodalizio venne creato nel '60: circa 400 i soci
di Dario Lana

 

Macugnaga - Si rinnova, domenica 17 settembre ai 2065 metri del rifugio Zamboni e Zappa (nella conca del Pedriola alla base della parete di oltre 2600 metri del Monte Rosa), il 43° raduno del Club dei 4000. Il sodalizio, fondato nel 1960, persegue lo scopo di iscrivere coloro che, accomunati da vincoli di amicizia e amore per la montagna, hanno raggiunto dal versante di Macugnaga una delle cime di oltre 4000 metri del Monte Rosa. Il Club, che annovera più di 400 soci, è dotato di statuto e di un direttivo.

Il presidente è Nino Mascaretti, coadiuvato dalla segretaria Cristina Tomola. L'iscrizione è perenne, senza rinnovi o pagamenti di quote annuali, e le spese sono sostenute dalla generosità dei soci, benefattori e sostenitori.

Il ritrovo è fissato per le 9 a Pecetto sul piazzale della seggiovia con salita al Belvedere. Proseguendo a piedi sul sentiero che attraversa il ghiacciaio, i partecipanti raggiungeranno in circa 45 minuti l'alpe Pedriola, salendo poi al rifugio Zamboni e Zappa. Dopo la messa delle 11,30 seguiranno, alle 12,15 le comunicazioni del presidente e le premiazioni di coloro che si sono distinti in montagna: la Guida alpina Fabio Iacchini (autore della discesa in sci dal canalone della Solitudine), la Guida alpina Alberto Morandi e gli alpinisti Diego Micheli, Alessandro Bardes e Patrick Schranz di Macugnaga. E ancora, gli alpinisti Filippo Galizia di Milano, Alessandro Caldarera di Novara e alcuni finanzieri del S.A.G.F. di Macugnaga (che hanno sistemato nuove vie nel territorio di Macugnaga stessa). Alle 13 è previsto il banchetto presso il rifugio, poi discesa e ritorno a piedi o in seggiovia.